Benvenuti su La Forchetta Rossa!
Mi piacciono le torte semplici fatte in casa e la zucca, quando posso sperimento nuove combinazioni e se il risultato piace alla mia famiglia eccomi qua a condividerlo con voi.
Torta con zucca, farina di farro integrale, mandorle e amaretti



Ingredienti per uno stampo da 24 cm.

300 g di polpa di zucca
200 ml di latte
2 uova a temperatura ambiente
2 cucchiai di olio di girasole
120 g di zucchero di canna integrale
150 g di farina di farro integrale
50 g di fecola di patate
50 g di mandorle
40 g di amaretti
una bustina di lievito per dolci
un pizzico di sale
un cucchiaino di cannella

Preparazione:

Tagliate la polpa della zucca a dadini e fatela cuocere assieme al latte a fuoco lento fino al completo assorbimento del liquido.
Lasciate raffreddare e frullate.
Tritate le mandorle e gli amaretti.
In un contenitore mescolate assieme gli ingredienti secchi, farina, fecola, cannella e lievito setacciato.
Montate a neve gli albumi con un pizzico di sale.
In una  ciotola capiente sbattete i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere un composto spumoso.
Aggiungete la crema di zucca, l'olio, le mandorle e gli amaretti e l'insieme di ingredienti secchi, mescolando ad ogni aggiunta.
Per ultimi incorporate gli albumi montati a neve con movimento dall'alto verso il basso.
Versate l'impasto in una tortiera ricoperta con la carta forno e infornate a 180° (forno già a temperatura) per 35/40 minuti circa.
Vi consiglio di controllare sempre la cottura del dolce facendo la prova stecchino.
Sfornate, lasciate intiepidire e gustate con un tè o una bella cioccolata calda.




Buon appetito!

Adoro la zucca e in questo periodo ne cucino in abbondanza in quanto la inserisco nei miei piatti giornalieri.
Cotta al forno a fettine e a pezzettoni a vapore nel mio frigo non manca mai, è sempre pronta per svariate ricette ma è buonissima da mangiare anche così, ad esempio a colazione con dei pezzi cotti a vapore e miele preparo una cremina che spalmo sulle fette biscottate.
Questa torta salata è molto sfiziosa e veloce da preparare se avete la zucca già cotta, ma non rinunciate alla sua bontà, in fondo la sua cottura non richiede tanto tempo.



Ingredienti per una tortiera di 28 cm

1 rotolo di pasta sfoglia delicata Buitoni a temperatura ambiente
zucca già cotta al forno circa 500 g
250 g di ricotta
250 g di scamorza affumicata
2 cucchiai di pane grattugiato
2 cucchiai di Parmigiano Reggiano
salvia e rosmarino tritati
sale, olio evo

Preparazione:

Lavate e pulite da zucca, tagliatela a fette e cucinatela al forno come descritto in questa ricetta

Accendete il forno statico a 180°
Tagliate a fettine i 2/3 della scamorza ed la rimanente a dadini.
Mescolate la ricotta con un pizzico di sale, erbe aromatiche e Parmigiano.
Srotolate la pasta sfoglia e adagiatela in una tortiera lasciando la sua carta forno.
Bucherellate il fondo della pasta sfoglia con i rebbi di una forchetta e spargete il pangrattato.
Versate il composto di ricotta + erbe aromatiche


Livellate e aggiungete la scamorza affumicata a fette.


Coprite con le fette di zucca, riempite i buchi con una parte dei dadini di scamorza, piegate il bordo e e infornate per 20 minuti, forno già a temperatura di 180°


Facendo attenzione a non scottarvi estraete dal forno la torta salata, aggiungete sopra i dadini di scamorza e completate la cottura per altri 15/20 minuti


Controllate sempre la cottura per evitare che si bruci.


Eccola è pronta!
Buon appetito a tutti, alla prossima ricetta!


Ecco un'altra torta semplice e genuina da mangiare a colazione e a merenda.




Ingredienti:

100 g di farina integrale
130 g di farina di grano duro integrale
100 g di mandorle tritate
100 g di zucchero di canna integrale
1 bustina di lievito per dolci
mezzo cucchiaino di cannella
un pizzico di chiodi di garofano in polvere
150 g di carote a julienne
125 g di yogurt bianco 0,1
300 g di latte p.s.
90 g di olio di semi (mais o arachidi)

Come si fa:

In una terrina capiente unite tutti gli ingredienti secchi.
Aggiungete le carote e in ordine gli ingredienti umidi, mescolando ad ogni aggiunta.
Ottenuto un composto morbido (eventualmente aggiungete altro latte) riempite una tortiera apribile di 24 cm rivestita con la carta forno e infornate a 180° per 35/40 minuti.
Controllate sempre la cottura in quanto la temperatura di ogni forno è diverso.
Sfornate, lasciate raffreddare e se vi piace cospargete con lo zucchero a velo.




Buon appetito, alla prossima!


E' un tortino facile e veloce da preparare, è senza sale perciò adatto anche ai bambini di un anno, si può preparare in anticipo e poi scaldarlo.


Ingredienti per 4/6 persone:

350 g di fagiolini
2 uova
100 g di ricotta
1 cucchiaio di Parmigiano  Reggiano
1 cucchiaio di olio e.v.o.
1 cucchiaio di prezzemolo tritato
1 cucchiaio di pangrattato

Preparazione:

Lava e spunta i fagiolini e cuocili a vapore finchè diventano morbidi.
Lasciali raffreddare e tagliali a pezzettini.
Versali in  una pirofila cm 20x15 ricoperta con la carta forno.


Sbatti le uova con il prezzemolo e il parmigiano,  unisci la ricotta, schiacciala con la forchetta e poi mescola bene per incorporarla al composto.
Versa la crema ottenuta sopra lo strato di fagiolini, bagna uniformemente  la superficie con l'olio e spargi sopra il pangrattato.


Cuoci nel forno già caldo a temperatura di 180° per 20 minuti circa.
Il tortino fagiolini e ricotta è' pronto, buon appetito!


Buon appetito, alla prossima ricetta!

L'autunno non è la mia stagione preferita, arriva il freddo, la pioggia, la nebbia, le giornate si accorciano e sinceramente tutto questo mi mette malinconia.
Per fortuna a salvarmi arrivano le primizie stagionali tra cui la zucca!
Ed eccomi subito a preparare un dolcetto che piace a tutta la famiglia:
la torta con zucca e mandorle  soffice e golosa, si mangia volentieri in ogni momento della giornata, ideale anche per i vostri bambini.
Purtroppo non sono riuscita a fotografarla intera, questa fetta è tutto quello che rimane della torta, giusto per ricordarmela e per scrivere la ricetta.


Ingredienti per una tortiera cm. 24

250 g di polpa di zucca (già sbucciata e priva di semi e filamenti)
80 ml di latte
100 ml di olio di semi
200 g di zucchero di canna integrale
4 uova a temperatura ambiente
180 g di farina integrale
100 g di farina 0
120 g di mandorle tritate finemente
1 limone bio
1 cucchiaino di vaniglia in polvere bio
1 bustina di lievito per dolci
1 pizzico di sale

Preparazione:

Preparate tutti gli ingredienti sul piano di lavoro.

In una ciotola mescolate assieme le due farine, il lievito setacciato e le mandorle tritate finemente.
Tagliate la polpa della zucca a piccoli pezzi e frullatela con il latte e l'olio fino ad ottenere una crema densa e vellutata.
Separate i tuorli dagli albumi mettendoli in contenitori capienti diversi.
Sbattete con le fruste elettriche i tuorli con lo zucchero finchè diventano densi e spumosi.
Aggiungete la crema di zucca, il succo e la scorza grattugiata del limone e la vaniglia, date poi una mescolata energica per incorporarli bene.
Adesso unite il composto secco a cucchiaiate mescolando ad ogni aggiunta.
Montate a neve fermissima gli albumi con un pizzico di sale e incorporateli delicatamente facendo movimenti dal basso verso l'alto.
Versate l'impasto in una tortiera apribile ricoperta con la carta forno e cuocete a temperatura di 170° (Forno già caldo) per 50/60 minuti circa.
Vi consiglio di controllare la cottura durante e prima della scadenza del tempo.


Grazie a tutti,
vi lascio il mio saluto e... buon appetito!

A proposito di zuppe, la temperatura si è abbassata e invita a mangiare qualcosa di caldo, avete pensato alla cena di questa sera?
Io ho preparato una zuppa arancione molto allegra, salutare e gustosa.


Ecco la ricetta per circa 6 piatti

250 g di lenticchie rosse decorticate
800 g di carote
olio evo
sale grosso

Preparazione:

Lavate molto bene sotto l'acqua corrente le lenticchie decorticate.
Lavate le carote, spuntatele, pelatele e frullatele.
Mettete tutto nella pentola a pressione, aggiungete acqua fino a coprire bene e cuocete per 15/20 minuti dal momento del sibilo.
Spegnete e lasciate intiepidire senza toccare la pentola.
Salate leggermente, mescolate e fate riposare per 5 minuti.
Versate sul piatto versando un cucchiaino di olio evo.



Buon sabato a tutti!

Buongiorno a tutte/i,
come consiglia ogni nutrizionista si dovrebbe fare la prima colazione da re, il pranzo da principe e la cena da povero, e così viaaa con le zuppe e vellutate salutari serali.
Si, avete indovinato, ieri il mio vicino di casa, signor Aldo, mi ha regalato una borsa piena di zucchine appena raccolte dal suo orto, e che zucchine, fresche e croccanti!
Per questa semplicissima vellutata ho usato solamente zucchine, volevo gustare questo ortaggio e trarne tutte le virtù, poi  al momento di frullarle ho aggiunto alcuna foglie di basilico e menta.
Ho ottenuto così una vellutata densa e profumata, io l'ho consumata così al naturale  ma è buonissima con i crostini o qualche formaggio fresco.



Non ho pesato le zucchine, potevano essere circa kg 1.500
le ho lavate bene sotto l'acqua corrente, spuntate e tagliate a fettine direttamente dentro la pentola a pressione.
Ho aggiunto acqua fino a coprirle a filo.
Al momento del sibilo ho cotto per 15 minuti, ho spento e lasciato intiepidire senza sfiatare la valvola.
Ho aggiunto poi pochissimo sale, una decina di foglie di basilico spezzettate (la dose è a piacere) e una ventina di foglie di menta.
Ho frullato con il minipimer ad immersione e servito solo con un cucchiaino di olio e.v.o.
Deliziosa davvero!
E se ve ne avanza fate come me, quando la vellutata è raffreddata riempite delle bottigliette vuote di acqua da mezzo litro e congelate.
Buon appetito, alla prossima ricetta!


Ieri ho sfornato dalla macchina del pane ( mod. Moulinex Neo) il mio primo pane dolce  e devo dire che sono stata molto soddisfatta del risultato.
Purtroppo non c'è un ricettario in dotazione così bisogna arrangiarsi e sperimentare le dosi di tutti gli ingredienti.
Avevo un po' paura del risultato ma è andata bene al primo tentativo.
E' nato così questo pan dolce alle nocciole, a noi è piaciuto molto,  è buono come una fetta di focaccia e, con un velo di marmellata la colazione diventa super!




Ingredienti:

1 vasetto di yogurt alla nocciola  + acqua q.b.
20 g di olio di arachidi 
un pizzico di sale
240 g di farina integrale di frumento
100 g di farina manitoba
80 g di zucchero di canna
3 g di lievito di birra secco (mastro fornaio)
50 g di nocciole

Preparazione:

In un bicchiere dosatore mettete lo yogurt e acqua quanto basta per arrivare a 200 ml.
Per aggiungere l'acqua usate il vasetto vuoto dello yogurt così lo sciacquate.
Trasferite il liquido nel cestello della Mdp
Aggiungete 20 g di olio di semi, (io avevo l'olio di arachidi ma potete usare anche l'olio di girasole, di mais o quello che preferite) e un pizzico di sale.
In una ciotola mescolate le due farine e versatele sopra il liquido.
Sopra la farina aggiungete lo zucchero.
Dalla parte opposta fate un buchetto nella farina  e versate il lievito.
Sistemate il cestello nella macchina, chiudete con il coperchio e azionate il programma Pane Dolce
Quando la macchina del pane emetterà un suono, dopo circa 25 minuti, aggiungete le nocciole tritate grossolanamente e attendete la fine del programma.
A fine cottura togliete il pane dal cestello e fatelo raffreddare in una graticola. 


E' morbido e ben lievitato


Come potete notare le nocciole non si sono amalgamate all'impasto e sono rimaste nel fondo, a noi sinceramente è piaciuto anche così.
La prossima volta proverò ad aggiungerle direttamente alla farina, forse così si distribuiscono nell'impasto.




Un saluto e ...alla prossima ricetta!
Ciao ciao Estate,
ti saluto  con una torta di pesche, frutto succoso, dolce e dissetante della tua stagione.




Ingredienti

4 pesche  medie
1 limone bio
200 g di farina integrale di frumento
50 g di farina integrale di segale
85 g di zucchero di canna integrale
mezza bustina di lievito per dolci
2 cucchiai di olio di arachidi o girasole
una manciata di nocciole ( di Giffoni I.G.P.)
acqua q.b.

Lavate bene le pesche e sbucciatele.
Frullatene due assieme al succo e alla scorza grattugiata del limone.
Trasferite il liquido in un dosatore e aggiungete acqua fino ad arrivare a 400 ml.
In una ciotola capiente mescolate assieme gli ingredienti solidi, (le due farine, lo zucchero ed il lievito).
Aggiungete il frullato e una pesca (la terza) tagliata a dadini, poi unite l'olio e mescolate bene.
Versate l'impasto in uno stampo apribile cm. 24  foderato con la carta forno.
Sbucciate la quarta pesca e decorate la superficie.
Spargete sopra anche le nocciole tagliate grossolanamente.
Infornate a 180° (forno già a temperatura) e cuocete per 40/45 minuti.
Controllate sempre la cottura prima dello scadere del tempo previsto.



Ed ecco sfornata un'altra torta sana e gustosa.
Buon appetito, alla prossima ricetta.

Oggi il signor Aldo mi ha regalato una borsa di meline selvatiche, sono piccole, brutte ma tanto buone, che fare?
Sono  dolci e croccanti e davvero tante che ho deciso di preparare una torta semplicissima " tutta mela" dal profumo di una volta, senza burro e senza olio, adatta anche ai bambini piccoli.
Ci è voluto un po' di tempo per sbucciarne un kilo ma ne è valsa la pena!
Naturalmente voi potete usare qualsiasi tipo di mela.



Ingredienti per uno stampo 20x30

1 kg di mele
1 limone bio
1 uovo
50 g di zucchero di canna integrale
1 yogurt bianco magro
150 g di farina tipo 2
1 bustina di lievito per dolci
1 vasetto scarso di acqua

Preparazione:

Lavate le mele, sbucciatele, privatele del torsolo e con il coltello tagliatele a fettine sottili.
Mettetele in una ciotola, grattugiate sopra la buccia del limone e bagnatele con il succo.
In un'altra ciotola capiente sbattete  l'uovo con lo zucchero fino a formare una crema spumosa.
Aggiungete lo yogurt e mescolate ancora.
Ora aggiungete le mele a cucchiaiate  mescolando ad ogni aggiunta.
Unite piano piano sempre mescolando la farina mescolata al lievito.
Per ammorbidire l'impasto versate un vasetto scarso di acqua usando il vasetto vuoto dello yogurt.
Versato il composto nello stampo scelto ricoperto con la carta forno, livellate la superficie e cuocete nel forno già a temperatura di 180°  per 40 minuti circa.
Controllate sempre la cottura prima della scadenza del tempo previsto.
Fate raffreddare e gustate, è delicata ed ha tutto il sapore delle mele,  deliziosa!





Buon appetito, alla prossima ricetta!


Buongiorno a tutte/i
eccomi di ritorno con i miei semplici e veloci piatti di ogni giorno.
Anche se il caldo continua i segni che l'estate sta finendo ci sono, negli orti le piante di pomodoro  si stanno spogliando e gli ultimi maturi e profumati sono stati raccolti dal mio vicino di casa.
Il Signor Aldo lo sa bene che io apprezzo molto la verdura del suo orto e tutto il lavoro che fa per rendere  migliore il suo raccolto e quando mi suona il campanello e mi porge la borsa con gli ortaggi appena raccolti siamo felici entrambi,  la verdura maturata nella pianta ha un profumo e gusto d'altri tempi.
Con un po' di nostalgia per la stagione ormai passata vi propongo una vellutata di pomodori dell'orto,
da mangiare tiepida in queste meravigliose serate di fine estate.




Ingredienti per 2/3 piatti:

1 kg di pomodori perini maturi (San Marzano)
1 cipolla media
basilico a piacere
olio extra vergine d'oliva
sale

Preparazione:

Lavate i pomodori e sbollentateli per un minuto. ( gettateli nell'acqua bollente e lasciateli per un minuto contando dalla ripresa del bollore)
Raccoglieteli delicatamente con la schiumarola e fateli raffreddare in una terrina.
Togliete la pellicina e tagliateli a pezzettini lasciando nella terrina il succo che rilasciano.
Tritate la cipolla e fatela imbiondire  per una decina di minuti mettendola in una casseruola con un cucchiaio di olio evo e aggiungendo poca acqua quando serve.
Unite i pomodori e succo, cinque/sei foglie o più di basilico e aggiungete acqua fino a coprirli.
Mettete il coperchio e fate cuocere a fuoco lento per 20 minuti circa dal bollore  salando a fine cottura.
Tritate con il mixer ad immersione e servite con un giro di olio evo e crostini se vi piacciono.
Buon appetito, alla prossima!